La sicurezza dei pazienti

Protocollo di sterilizzazione

Ogni volta possibile, usiamo per le varie procedure strumentario monouso.

Tutti gli strumenti non monouso che utilizziamo subiscono diversi trattamenti. La prima fase di tali manovre prevede la decontaminazione dei residui più grossolani (residui biologici macroscopici, depositi di materiali odontoiatrici come cemento, resine...) mediante una prima disinfezione, seguita da un lavaggio a mano ed infine un lavaggio nella vasca ad ultrasuoni. Queste operazioni permettono di ottenere dei ferri puliti, pronti per la fase più importante dell'intero ciclo, la sterilizzazione mediante autoclave a vapore. I vari strumenti vengono asciugati minuziosamente, quindi imbustati singolarmente in appositi involucri per essere sistemati in autoclave, macchinario che attraverso alte temperature e pressioni prestabilite consente di eliminare completamente i microrganismi presenti.
Utilizziamo, come da obblighi di legge, un’autoclave certificata per sterilizzare carichi di tipo B, come manipoli, turbine e altri corpi cavi. Questa apparecchiatura è controllata ad ogni ciclo di sterilizzazione con rilevatori chimici e fisici, e settimanalmente vengono eseguiti test biologici.
Il personale segue passo per passo l’intero ciclo, e per tutto lo strumentario chirurgico, dopo essere stato imbustato, viene attivata una procedura di tracciabilità. Su ogni busta contenente i ferri vengono apposti data e lotto, per garantire in ogni momento la tracciabilità dello strumentario utilizzato sul paziente.

 

Tutto il materiale imbustato, anche se inutilizzato, viene inoltre risterilizzato mensilmente perchè non più in grado di soddisfare i nostri standard qualitativi di sterilità.
Un’infermiera professionale verifica la procedura e ogni quindici giorni controlla i termini di scadenza della sterilizzazione dello strumentario e dei farmaci presenti in studio.

Macchinario per sterilizzazione
Etichettatrice
Sterilizzazione attrezzi

Prevenzione delle emergenze

Pronto soccorso

Nello studio è presente un carrello completamente attrezzato per far fronte alle emergenze mediche. Oltre ai farmaci, contiene una bombola di ossigeno medicale e un defibrillatore semiautomatico che è un dispositivo in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera sicura, dal momento che è dotato di sensori per riconoscere l'arresto cardiaco dovuto ad aritmie, fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare.

Rispetto degli obblighi di legge.

  • RADIOLOGIA: D.Lgs. 230/95 - D.Lgs 187/00
  • IMPIANTO ELETTRICO: Legge 46/90 e norme C.E.I. 64-4
  • SICUREZZA SUL LAVORO: TU 81/08 (ex 626/94)
  • SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI: D. Lgs 22/1997
Share by: